Trapani, scende in campo l’Assocalciatori

Trapani, scende in campo l’Assocalciatori 

I calciatori del Trapani non possono allenarsi e il caos all’interno della società siciliana parè ancora lontano dal risolversi. Ai giocatori viene impedito di svolgere l’attività sportiva e per questo è scesa in campo l’A.I.C., il sindacato dei calciatori.

Nella prima parte del comunicato, l’Assocalciatori ripercorre le tappe della storia recente del club: “I calciatori professionisti attualmente tesserati per il Trapani Calcio S.r.l. e l’A.I.C., in conseguenza delle costanti e ripetute violazioni datoriali – che fanno seguito a quelle segnalate nel precedente comunicato – non senza sconcerto, sono costretti a denunciare quanto segue. Lo scorso 16 settembre 2020 la Alivision, titolare (anche attualmente) delle quote del Trapani Calcio S.r.l., nell’annunciare la cessione delle stesse ad altro imprenditore, pubblicamente comunicava che questi avrebbe garantito, già a far data dal 16/09 u.s., la ripresa degli allenamenti, ponendo a disposizione lo staff tecnico necessario alla gestione dell’attività sportiva. Purtroppo, ciò non è avvenuto“.

Nella seconda parte, Assocalciatori si schiera al fianco dei calciatori e promette battaglia per far rispettare i diritti, individuali e collettivi, degli atleti: “Tralasciando, infatti, gli ulteriori vani proclami di normalizzazione della situazione, alla data odierna, pur alla presenza in Trapani dell’asserito acquirente, la Società non è stata in grado di organizzare alcuna seduta di preparazione…