Pescherecci sequestrati, il presidente del consiglio di Mazara “Pronti a occupare l’aula”

Pescherecci sequestrati, il presidente del consiglio di Mazara: “Pronti a occupare l’aula” 

“Siamo pronti ad occupare simbolicamente l’aula del consiglio comunale”. Lo dice in una nota il presidente del consiglio comunale di Mazara del Valo, Vito Gancitano, in riferimento ai due pescherecci e ai 18 marittimi tuttora bloccati in Libia, per cui «esprime forte preoccupazione”.

Dal primo settembre scorso i due motopesca Antartide e Medinea si trovano sotto sequestro nel porto di Bengasi su decisione delle forze militari fedeli al generale Khalifa Haftar, che nel corso delle trattative per il rilascio ha richiesto uno scambio di prigionieri con quattro scafisti condannati e detenuti in Italia. Nella nota il consiglio comunale precisa di aver “voluto rispettare le esigenze di ‘un profilo basso mediatico per non mettere a rischio le trattative in corso per il rilascio”.

Adesso però l’attività consiliare “sta vagliando forme ed azioni a sostegno dei nostri marittimi, degli armatori e dell’intera marineria ormai stanca di subire attacchi e di non essere tutelata a livello internazionale. Tra queste forme non si esclude l’occupazione simbolica dell’aula consiliare per alzare forte il grido della Città di Mazara del Vallo e chiedere con forza l’immediato rilascio dei nostri marittimi e dei pescherecci”.

© Riproduzione riservata