Migranti in fuga, su YouTube il documentario sull’hotspot di Lampedusa

Migranti in fuga, su YouTube il documentario sull’hotspot di Lampedusa 

Oggi a Lampedusa, il sindaco chiede lo stato di emergenza per le condizioni dell’hotspot che ospita i migranti che sbarcano sull’isola siciliana. Nell’ottobre 2019 siamo stati a Lampedusa e a Mazara del Vallo per documentare la situazione. Cosa è cambiato?

 

Nell’isola siciliana siamo venuti in possesso di immagini choc delle condizioni del centro di accoglienza di Lampedusa, gestito dal Governo italiano. Una evidente situazione di sovraffollamento a cui si aggiungono le disastrose condizioni igienico sanitarie in cui sono costrette a stare i migranti sbarcati. Tra immondizia e letti costruiti con pallet, le testimonianze di alcuni migranti tunisini arrivati con gli sbarchi fantasma.

 

A Mazara, le testimonianze di una comunità tunisina integrata e ampiamente radicata sul territorio, che devono convivere con le difficoltà della burocrazia italiana. Ma anche il racconto di un militare della Guardia di Finanza che ci spiega il sistema di contrabbando di sigarette, legato anche agli sbarchi.

 

Domenica 26 Luglio ore 21.15 (YOUTUBE)
MIGRANTI IN FUGA – Ma dove arrivano?
di Costanza Castiglioni e Matteo Calì

 

https://www.youtube.com/watch?v=wZHc4O_fUPM