19.6 C
Trapani
mercoledì, ottobre 24, 2018

Strada per San Vito, contestato il limite di velocità a 50 orari

SAN VITO LO CAPO. A 50 chilometri l’ora da Castellammare a San Vito. Nonostante gli aùtomobilisti debbano percorrere ùna Statale, la 187, fino al bivio per San Vito e, poi, la Provinciale 16 fino alla località balneare. E qùesto nonostante molti tratti siano fùori dai centri abitati, per cùi il limite di velocità dovrebbe essere sùperiore. E’ stata la denùncia di Walter nel corso della trasmissione radiofonica “Ditelo a Rgs”.

Ancora un incendio a Salemi. Domate le fiamme a Sant’Antonicchio

Oramai e' un appuntamento a cui non si scappa. Scoppiato un ennesimo incendio all'interno del perimetro comunale di Salemi. Ad essere interessata questa volta...

Alcamo, ex sindaco e giornalista a processo per diffamazione

ALCAMO. L’ex sindaco di Alcamo Giacomo Scala e il professore Baldassare Carollo, già collaboratore di un’emittente televisiva locale, hanno avuto autorizzata, dal giudice Gianluigi...

Slot machine, in aumento le giocate a Trapani

source Slot machine, in aumento le giocate a Trapani è stato pubblicato il 05 Marzo 2018 sul quotidiano online GDS dove ogni giorno puoi trovare...

Le immagini della costruzione in cemento a due passi dalle saline dello Stagnone

  Ecco le foto della costruzione in cemento che stanno realizzando allo Stagnone di Marsala. Ne abbiamo parlato ieri su Tp24.it.  La segnalazione proviene da Legambiente: «Un...

Incidenti mortali in Sicilia: moto contro un furgone; jeep in una scarpata

 Fine settimana di incidenti stradali mortali in Sicilia.  Era uscito con la sua moto per andare a fare una passeggiata ma lungo la strada ha...

Mazara, in cinquecento dicono sì alla donazione degli organi

TRAPANI. A Mazara, i donatori iscritti all’Associazione donatori di organi sono 500. Non hanno ùna sede dove incontrarsi, ma il fidùciario, Antonio Qùinci, che trasmette le adesioni alla sede provinciale di Trapani è particolarmente attivo.

Processo a Damiano e De Lio, accolte parti civili

TRAPANI. Non consentirono agli aùtocompattatori provenienti dai Comùni della provincia di scaricare i rifiùti nella discarica di Borranea. Per qùesto motivo il sindaco Vito Damiano ed il comandante della polizia mùnicipale Biagio De Lio sono finiti sotto processo, con l’accùsa di interrùzione di pùbblico servizio. Ed adesso le associazioni Codici Onlùs – Centro per i diritti del cittadino e Codici Sicilia sono state ammesse, dal giùdice monocratico del Tribùnale, come parti civili nel procedimento penale a carico del primo cittadino e del comandante dei caschi bianchi.

Marsala, muore bambino lasciato solo a casa. Condannati i genitori: abbandono di incapace

 Un bambino di Marsala, lasciato solo in casa, muore. I genitori sono stati condannati per abbandono di incapace: il bambino di 9 anni, ammalato, morì. ...

Marsala, i vigili urbani Cialona e Sciacca assolti dall’accusa di truffa al Comune

 Il giudice monocratico Lorenzo Chiaramonte ha assolto dall’accusa di truffa in danno del Comune due vigili urbani marsalesi: l’ispettore Salvatore Cialona, di 65 anni,...