Acqua non potabile ad Alcamo, trovata la causa dell’inquinamento

Acqua non potabile ad Alcamo, trovata la causa dell’inquinamento 

Si fa luce sul caso dell’inquinamento dell’acqua nel centro storico di Alcamo. A causarlo un’infiltrazione d’acqua fognaria che, nella sola parte bassa della via XV Maggio, si mescola alla rete idrica, creando lo sforamento dei parametri microbiologici.

Ancora da capire però dove è localizzato il punto dell’infiltrazione. Al momento, anche se in via informale sarebbe stata appurata la conformità dei parametri nelle strade limitrofe alla via XV Maggio. Resta quindi in vigore in via precauzionale l’ordinanza del primo cittadino Domenico Surdi emanata lo scorso 18 settembre. Vale a dire acqua non potabile non solo in via XV Maggio ma anche nelle vie D’Annunzio, Impastato, Filippi, Ferruccio, Ruggero e Arancio, una serie di rete stradale parallele fra loro che sono circoscritte nel cuore del centro storico, tra il principale corso VI Aprile e la via Vittorio Veneto.

“Si sta lavorando ininterrottamente per trovare l’origine di questa infiltrazione fognaria – dichiara l’assessore al Servizio idrico, Vito Lombardo – e devo dire che si è riusciti a localizzare il problema nella condotta di via XV Maggio”.

L’articolo completo nell’edizione di Trapani del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola.
Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE